Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
15/10/2015
Ceramica Alberdi si trasforma e cresce con Sacmi Heavy Clay

Nuovo progetto di ristrutturazione di Ceramica Rosario S.A. affidato a Sacmi Heavy Clay

Ceramica Alberdi, storico gruppo ceramico argentino in attività da oltre un secolo, si associa con un partner altrettanto prestigioso, quale il gruppo Later-Cer S.A., e dà il via ad un’importante ristrutturazione dell’unità produttiva di Rosario, dove nel lontano 1899 si gettarono le basi per l’inizio della produzione ceramica di questa importante azienda.
La nuova compagine societaria, denominata Ceramica Rosario S.A. ha affidato a Sacmi Heavy Clay, divisione di SACMI IMOLA S.C. dedicata alla ceramica strutturale, il progetto di ristrutturazione della fabbrica che ad oggi consente la produzione di 18.000 ton. /mese di gamma completa di laterizi da muratura con caratteristiche produttive ai massimi livelli qualitativi del paese.

Le peculiarità principali dell’intervento sono state, oltre all’aumento della capacità e qualità produttiva dell’impianto, la massima attenzione al risparmio energetico, elemento fondamentale in un contesto altamente concorrenziale come quello del mercato argentino.

L’intervento ha comportato l’installazione di una nuova linea di taglio predisposta per larghe uscite e dotata di tutti gli accorgimenti necessari al miglioramento qualitativo dei prodotti, quali il largo utilizzo di nastri al posto dei rulli, il taglio con filo in movimento ed il castello di taglio compensato per differenziare la velocità di taglio rispetto a quella di risalita a vuoto.
E’ stata poi realizzata la quasi totale ristrutturazione dell’essiccatoio a tunnel continuo dotato di sala termica principale e circuito di riciclo della zona umida. Peculiarità dell’essiccatoio è la realizzazione della ventilazione interna con coni di tipo traslante ad alto rendimento che consentono di mantenere il flusso dell’aria perfettamente in direzione dei fori dei manufatti da essiccare. Il punto di forza dei coni diffusori risiede nell’utilizzo di moderni sistemi di analisi fluidodinamica che consentono di assicurare una velocità costante dell’aria per tutta l’altezza del carrello essiccatoio. La movimentazione dei coni traslanti avviene con sistema di trasmissione continuo.

Il forno a tunnel esistente è stato totalmente reingegnerizzato e dotato di moderne attrezzature quali: il circuito di riciclo di preriscaldo, i bruciatori laterali ad alta velocità “made in Sacmi”, il circuito di raffreddamento rapido e lento con relativa gestione del recupero di calore verso l’essiccatoio contropressione.

Completa l’intervento, un sistema automatico integrato di regolazione, controllo e supervisione per essiccatoio e forno.

Ancora una volta, la stretta collaborazione instaurata fra il cliente e Sacmi durante tutte le fasi di avanzamento del progetto ha permesso il raggiungimento degli obiettivi preposti in tempi strettissimi, ponendo Ceramica Rosario nelle migliori condizioni competitive richieste dal mercato.
Indietro

News Commerciali

 
18/01/2018
Sacmi DECOCAP 360-3D e ULYSSE conquistano multinazionale del can-making
I nuovissimi sistemi di ispezione per capsule sviluppati dalla Divisione Sacmi Automation & Inspection Systems sono stati testati con successo presso gli stabilimenti spagnoli di un noto Gruppo.  >>

04/01/2018
Sacmi fornisce a Catalan Ceramics la pressa più grande del Vietnam
Già leader sul mercato locale, il player del sud-est asiatico ha acquistato di recente da Sacmi un impianto completo per ceramica smaltata, dalla pressa al forno,  >>

03/01/2018
Sistemi di visione per preforme, primaria azienda spagnola sceglie la garanzia Sacmi PVS
Dopo PVS-2, l’azienda acquista anche il nuovo sistema Sacmi PVS-3, destinato al ripasso ad alta velocità dei lotti di preforme  >>

20/12/2017
Con Sacmi, tira una nuova aria alla Ge.Fe. Polymers di Toscanella
Grazie al “naso elettronico” che Sacmi ha gratuitamente messo a disposizione di Arpae Imola, effettuate rilevazioni oggettive sui cattivi odori emessi dall’impianto di riciclo di materiale plastico  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy