Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
08/06/2016
Con il CRS di Sacmi, la produzione just in time diventa realtà

Sfiorano le 60 unità le soluzioni vendute dal 2011, per un sistema che consente di sostituire in appena mezz’ora anche gli stampi più pesanti e voluminosi, con ingombri ridotti e l’ausilio di un solo operatore.

Con il sistema di Cambio Rapido Stampo (CRS) di Sacmi, il sogno della produzione just in time in ceramica diventa realtà. Flessibilità, ma anche riduzione della manodopera e degli spazi necessari: queste le caratteristiche distintive della soluzione, lanciata in occasione di Tecnargilla 2010 per la pressa PH3200 e presto estesa a tutte le presse della gamma con luce libera tra le colonne pari a 2.450 mm (PH3800, PH5000XXL, PH6500, PH7500, PH10000).

Sono ben 58 le macchine dotate del nuovo sistema CRS vendute dal 2011 al 2015 – con un incremento di commesse che nel solo 2015 è stato pari al 50% rispetto all’anno precedente. Il mercato premia dunque la soluzione Sacmi che, attraverso importanti accorgimenti progettuali, è riuscita a tradurre in realtà l’esigenza dei produttori di lavorare in una logica “pull”, ossia in base alle richieste dei clienti e del mercato, su lotti limitati e con cambi formato frequenti, minimizzando così gli stock a magazzino. Tali accorgimenti tecnici vanno dal sistema di fissaggio dello stampo a magneti permanenti – e la conseguente eliminazione di tutti i collegamenti filettati tra stampo e traversa – al nuovo sistema di riscaldamento dello stampo che impiega collegamenti elettrici innovativi, più flessibili e maneggevoli.

Risultato, non solo l’estrema flessibilità – il cambio stampo si riduce a mezz’ora e diventa economicamente conveniente produrre lotti anche solo di poche centinaia di m2 – ma anche la facilità d’uso. Il sistema consente infatti di sostituire lo stampo anche più pesante e voluminoso in perfetta sicurezza con l’ausilio di un unico operatore, con ingombri drasticamente ridotti in quanto non sono più necessari muletti o attrezzature di sollevamento. Una soluzione tanto efficiente da essere stata utilizzata da molti clienti anche per la sostituzione dei tamponi nei formati più grandi (diventa in sostanza più conveniente estrarre l’intero stampo dalla pressa e sostituire i tamponi che movimentare questi ultimi direttamente sotto la pressa).

Un sistema innovativo, premiato dal mercato con continuità, le cui potenzialità possono essere sfruttate appieno grazie alla perfetta integrazione degli stampi con la pressa e quindi in abbinamento alla gamma di stampi prodotta da Sacmi Molds&Dies. Montati sui tre quarti della gamma di presse vendute, gli stampi Sacmi M&D – circa 130 quelli forniti dal 2011 e progettati per operare con CRS – soddisfano ogni tipo di esigenza produttiva, dai punzoni entranti all’SFS, dagli stampi multicavità per listelli (750x250mm) agli stampi per formati più grandi (fino a 1200x1200 o 800x1600), dai prodotti standard fino a quelli spessorati.

Dal gruppo Sacmi, dunque, una soluzione completa e chiavi in mano che si traduce in un nuovo modello produttivo in ceramica.
Indietro

News Tecnologia

 
03/07/2018
CHS360 Sacmi, riferimento mondiale per l’ispezione delle tall alluminium caps
Dall’Australia al Cile, altre 4 soluzioni di recente fornite ad aziende operanti nel closures per il settore vino. Da segnalare le nuove features della macchina, per il controllo qualità totale di queste particolari capsule  >>

24/05/2018
L’ATM Sacmi, 50 anni ma non li dimostra
Mezzo secolo di onorato servizio per l’ATM35 installato presso Marazzi.  >>

09/04/2018
Sacmi, partner globale per il packaging sostenibile
Con la nuova Sacmi Heroline è possibile realizzare contenitori più leggeri e performanti, con risparmi sui costi delle materie prime, ottimizzazione dei consumi ed incremento di efficienza logistica.  >>

23/03/2018
GDA80, il piccolo gioiello Sacmi-Gaiotto protagonista in oltre 100 stabilimenti di tutto il mondo
Dal suo lancio sul mercato, nel 2013, i dati raccolti sul campo parlano chiaro: in un solo anno di utilizzo l’investimento viene ammortizzato grazie a risparmi superiori al 90% su interventi manuali e ricambistica  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy