Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
16/02/2010
Il colaggio in alta pressione made by Sacmi: una risposta concreta alla crisi economica

Sacmi a Civita Castellana propone alcune chiavi di lettura per uscire dalla crisi

Il settore italiano dei sanitari gode da sempre di fama e riconoscimento mondiale in seno a design e qualità del “Made in Italy”, ma l’attuale congiuntura economica non ha risparmiato né il settore in generale, né tanto meno il distretto di Civita Castellana, considerato il “fiore all’occhiello” per il settore dei sanitari italiano. Una crisi pesante, difficile, dai risvolti complessi che porta tutti gli esperti del settore ad interrogarsi su come trovare una via d’uscita.

Sacmi, leader internazionale nella produzione di macchine ed impianti anche nel settore dei sanitari, ha portato il suo contributo proprio a Civita Castellana. Lo ha fatto dando voce a Daniele Coralli, direttore commerciale della Business Unit Sanitari e Stoviglie di Sacmi, il quale ha sottolineato quanto gli investimenti, l’innovazione, l’ottimizzazione dei processi produttivi attraverso sistemi più efficienti e meno costosi, nonché l’approccio più “customer oriented” da parte delle imprese possano riportare le aziende italiane a recuperare competitività sul mercato globale.

Il colaggio, e nello specifico quello in alta pressione, si inserisce prepotentemente in questa logica e porta a far riflettere sul rapporto costo-beneficio nel confronto fra due tecnologie, pur tenendo in considerazione che non esiste la macchina perfetta o la macchina universale, adatta a tutti gli impieghi.
Alcuni vantaggi della tecnologia del colaggio in alta pressione rispetto a quella tradizionale sono piuttosto evidenti e coprono ad esempio i temi fondamentali verso i quali oggigiorno l’attenzione del mercato è molto alta: flessibilità, riduzione dei costi, ottimizzazione e qualificazione delle risorse, a parità se non maggiore qualità del prodotto finito.

Riprendendo alcuni passi dell’intervento di Coralli a Civita Castellana, che recita “Grandi spazi e tanta manodopera contro spazi contenuti e meno personale”. Un numero elevato di addetti attorno al banco di colaggio tradizionale – intento alla manipolazione pezzi e alla preparazione del cambio stampi – contro un numero limitato di persone che gestisce sistemi in alta pressione e sformatura robotizzata. “Tanto basta – spiega Coralli – per stimare la differenza di costo di produzione, alla luce delle mutate condizioni del mercato, di un vaso prodotto con un banco in gesso e un vaso prodotto con macchina di colaggio monostampo in alta pressione”.

Dipende dalla realtà della singola fabbrica, dal tipo di modello, dalle rese dell’impianto, da una serie di altri fattori, “dunque non è una differenza che si può stabilire in assoluto”. Ma constatare che anche in Paesi emergenti la tecnologia dell’alta pressione e i sistemi robotizzati siano stati sfruttati quasi di più che nei mercati tradizionali significa che evidentemente, conti alla mano, “il costo al pezzo diminuisce in maniera significativa”, si evince quanto Sacmi investa in termini di ricerca e sviluppo e si adoperi affinché le proprie soluzioni siano di utilità e di supporto alle aziende clienti, anche e soprattutto in un momento di crisi tanto pesante e difficile da contrastare.
Indietro

News Tecnologia

 
25/08/2017
Multinazionale del food&drink sceglie la garanzia di CVS360-3D
Player internazionale investe sui sistemi di ispezione Sacmi per il controllo qualità della corretta applicazione della capsula sui prodotti dairy e bevande ready to drink realizzati nei propri stabilimenti negli States  >>

26/06/2017
Hot filling e CSD in un’unica soluzione per lattine: Sacmi ECF sbarca in Marocco
Parte della nuova generazione di riempitrici elettroniche isobariche, il monoblocco fornito può gestire fino a 24mila lattine l’ora nei formati più diffusi, con massima flessibilità, ridotte esigenze di manutenzione e garanzia totale sull’integrità del prodotto  >>

21/06/2017
K Labellers by Sacmi
La nuova serie di etichettatrici modulari a media velocità presentata in UK  >>

19/06/2017
Sacmi KUBE – “Zero dowtime” per i professionisti del benessere
Primaria azienda statunitense, specializzata nella produzione e commercializzazione di bevanda probiotica, acquista da Sacmi una seconda etichettatrice modulare della gamma KUBE, scelta per le caratteristiche di flessibilità, produttività e per il design robusto e compatto che garantisce massima efficienza in ogni condizione produttiva  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy