Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
11/01/2006
Kemac, per il mosaico nuove tecniche di incollaggio

Un nuovo processo anche per piccoli formati. Un’alternativa al supporto di carta o fibra di vetro

Sempre al passo con i tempi, per rispondere alle esigenze del mercato che richiede sempre maggiori quantitativi di mosaico, Kemac, società del Gruppo Sacmi, propone un processo innovativo di incollaggio a punti anche per piccoli formati, come alternativa al supporto in rete di carta o fibra di vetro.
I vantaggi di questo sistema sono notevoli. L’applicazione dei punti di colla rende la composizione autosupportata senza il pericolo di scollamento dei singoli pezzi e mantiene una maggior superficie di contatto tra ogni pezzo e la parete, consentendo - in fase di montaggio a parete - una superficie utile per il cemento del 95%.
Considerato che la colla utilizzata non è solubile in acqua e che i punti rendono la composizione più rigida, risulta più facile l’applicazione senza l’utilizzo di crocette all’interno della composizione. È stato inoltre completamente eliminato il rischio di scollamento dei pezzi a causa dell’umidità. Ne consegue una riduzione fino al 35% dei tempi di posa rispetto ai sistemi tradizionali con supporto a rete. Il sistema di incollaggio è interessante anche a livello di economia di produzione, in quanto i pezzi ottenuti sono inscatolabili immediatamente e automaticamente (procedimento difficoltoso quando si utilizza un supporto a rete, soprattutto se in fibra di vetro). Il ciclo produttivo inizia dal momento in cui le maschere sono state riempite: la macchina preleva il materiale per posizionarlo in zona lavoro, dove il gruppo utensile deposita i punti colla su un supporto antiaderente.
Per asciugare il collante è necessario utilizzare un forno che può essere verticale o orizzontale, a seconda della produttività richiesta. Al termine del ciclo di solidificazione della colla, la quadrotta viene poi depositata direttamente nella scatola di confezionamento preformata o, in alternativa, indirizzata a un wrap per la formazione e la chiusura automatica della scatola. Il nuovo sistema firmato Kemac può produrre da 4 a 12 quadrotte al minuto.

Indietro

News Tecnologia

 
07/09/2018
L’AVM SACMI compie 16 anni e vola a quota 220
Alla base del successo, la modularità della cella di colaggio SACMI che mette al centro lo stampo, lasciando al cliente la massima libertà nella gestione dell’automazione e degli asservimenti  >>

27/08/2018
Sacmi R2, la nuova frontiera del tampone isostatico, da oggi anche per grandi formati
A Tecnargilla 2018 la nuova proposta Sacmi M&D per portare sulla produzione di grandi formati tutti i vantaggi della soluzione in termini di perfetta quadratura della lastra e omogeneità densimetrica.  >>

23/08/2018
Sacmi CCM 4.0, the “state of art” of closures manufacturing
Raggiunto nel 2018 il traguardo della pressa CCM n° 2000 venduta sui mercati internazionali equipaggiata con tutti i sistemi 4.0 per garantire al cliente di ottenere il massimo ritorno dell’investimento  >>

30/07/2018
D-Match, l’ultima frontiera della personalizzazione digitale
La soluzione Sacmi Verona consente di personalizzare la grafica delle etichette, con tutta la garanzia dell’alta qualità di stampa digitale unita all’alta velocità e precisione applicativa.  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy