Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
22/07/2011
Guarnizioni “PVC-free”, Sacmi vince la scommessa

Da anni impegnata nella messa a punto di soluzioni tecnologiche al passo con le innovazioni proposte dall’industria chimica, Sacmi ha sviluppato la nuova PMA24L per l’applicazione di guarnizioni “PVC-free” alle capsule in metallo

La scommessa per i produttori di materie plastiche? Realizzare guarnizioni per tappi e capsule del tutto prive di PVC, una sostanza che espone alcuni tipi di alimenti (specie a base oleosa) al rischio “contaminazione”. E per i fornitori di tecnologia? Sviluppare una nuova macchina capace di applicare queste innovative guarnizioni, che non richiedono più l’impiego dei “forni di polimerizzazione”, riducendo quindi non solo i rischi di contaminazione del prodotto ma anche i consumi e, in definitiva, l’inquinamento.

Sfida vinta, per Sacmi, che fin dagli anni Cinquanta lavora per trovare soluzioni tecnologiche all’avanguardia nel settore degli imballaggi per alimenti: dal tradizionale “tappo di sughero”, passando per il mastice a base di PVC, per arrivare al compound in granuli, il primo sviluppato senza l’utilizzo di PVC e a cui Sacmi ha dato un contributo determinante rispetto alla fornitura di soluzioni applicative.

L’ultima novità si chiama PMA24L – acronimo di “Plasmatic per Metallo per guarnizioni Anulari a 24 stampi e capsule Large”, il cui prototipo è stato testato dalla metà del 2010. Naturale, per un’azienda già all’avanguardia nel campo della produzione di macchine per l’applicazione delle guarnizioni nei tappi a corona, porsi il problema delle capsule twist-off di grande diametro, in pratica i coperchi in metallo che troviamo nei vasetti di confetture, salse pronte, sottaceti, ma anche cibi per bambini quali gli omogeneizzati. Campi in cui a fare la differenza è, più che mai, non solo l’integrità del prodotto dal punto di vista sanitario, ma anche l’integrità organolettica, non sempre salvaguardata dalle guarnizioni in PVC che in diversi casi mostravano di “cedere” sostanze al prodotto.

Da qui l’idea della PMA24L, che viene incontro alle ultime innovazioni sviluppate dai produttori di materiali plastici  per grandi capsule prive di PVC, una classe di prodotti che peraltro presenta diverse problematiche, su tutte la necessità di produrre guarnizioni particolarmente resistenti in grado di sopportare riempimento a caldo, pastorizzazione e sterilizzazione a temperature superiori a 100 gradi.

Installato e avviato il primo prototipo a, Febbraio 2011 dopo la lunga fase di test di affidabilità sul processo, Sacmi guarda al futuro con ottimismo proprio sulla base del riscontro ottenuto dal cliente – una nota azienda tedesca di packaging alimentare – che ha già ordinato una seconda macchina e già attualmente produce, grazie al gioiello tecnologico Made in Sacmi, oltre 300mila chiusure al giorno. Un investimento significativo ampiamente ripagato dai benefici, che vanno, scheda tecnica alla mano, dall’azzeramento delle possibilità di contaminazione del prodotto alla grande flessibilità dei materiali privi di PVC, mentre la macchina stessa può raggiungere notevoli velocità produttive, pari a 1.000 guarnizioni applicate al minuto.

Attualmente sviluppata per processare capsule in metallo, la macchina potrà, in futuro, essere adattata per l’applicazione di guarnizioni alle capsule in plastica. Mentre altrettante soddisfazioni sono attese dal segmento dei cibi per bambini, con la possibilità di utilizzare la tecnologia alla base della nuova PMA24L per l’applicazione di capsule di diversi materiali e formati. Già ad oggi, la PMA è disponibile in due versioni, l’“ammiraglia”, capace di processare 1.000 capsule al minuto, e un modello più piccolo, a 12 stazioni, che può raggiungere i 500 pezzi nell’unità di tempo.

Indietro

News Tecnologia

 
25/08/2017
Multinazionale del food&drink sceglie la garanzia di CVS360-3D
Player internazionale investe sui sistemi di ispezione Sacmi per il controllo qualità della corretta applicazione della capsula sui prodotti dairy e bevande ready to drink realizzati nei propri stabilimenti negli States  >>

26/06/2017
Hot filling e CSD in un’unica soluzione per lattine: Sacmi ECF sbarca in Marocco
Parte della nuova generazione di riempitrici elettroniche isobariche, il monoblocco fornito può gestire fino a 24mila lattine l’ora nei formati più diffusi, con massima flessibilità, ridotte esigenze di manutenzione e garanzia totale sull’integrità del prodotto  >>

21/06/2017
K Labellers by Sacmi
La nuova serie di etichettatrici modulari a media velocità presentata in UK  >>

19/06/2017
Sacmi KUBE – “Zero dowtime” per i professionisti del benessere
Primaria azienda statunitense, specializzata nella produzione e commercializzazione di bevanda probiotica, acquista da Sacmi una seconda etichettatrice modulare della gamma KUBE, scelta per le caratteristiche di flessibilità, produttività e per il design robusto e compatto che garantisce massima efficienza in ogni condizione produttiva  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy