Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
05/11/2004
Bilancio sociale Sacmi 2003: una multinazionale dei valori

Presentato il documento che illustra, in cifre, il ruolo economico e sociale della Cooperativa

Quasi mille addetti, una produzione del valore di 500 milioni di euro venduta per il 90% all’estero, 1.500 fornitori quasi tutti in Emilia-Romagna, oltre 3 milioni di euro destinati alla comunità locale. E’ il ritratto di Sacmi Imola tracciato nelle 60 pagine del primo Bilancio Sociale della Cooperativa, che ne fotografa il ruolo economico e sociale nel 2003. Il documento è stato presentato ieri a Imola con il convegno “Il bilancio sociale Sacmi. Come l’utopia di Adriano Olivetti può diventare realtà”, a cui hanno preso parte Domenico Olivieri,  presidente della Cooperativa Sacmi, Giuliano Poletti, presidente nazionale Legacoop, Luciano Sita, presidente di Granarolo e presidente Impronta Etica, Marisa Parmigiani, di SCSAzioninnova. Al tavolo dei relatori erano inoltre ospiti Adrian Celaia, segretario generale di Mondragon Corporación Cooperativa (Paesi Baschi, Spagna), e Chiara Ricciardelli, Autrice del volume “Olivetti una storia, un sogno ancora da scrivere”.
 Nel 2003 il valore della produzione della capogruppo imolese del Gruppo Sacmi ha superato i 500 milioni di euro, con un incremento del 14,5% rispetto al 2001. Quasi il 90% del fatturato Sacmi è generato da clienti esteri: l’11% in Italia, il 28% in occidente, il 61% nei paesi in via di sviluppo. Il valore aggiunto netto generato dalla Cooperativa è stato di oltre 118 milioni di euro. Questa ricchezza è stata destinata per il 48,4% al personale, per il 22,1% alle generazioni future (sotto forma di accantonamenti, riserve indivisibili e ammortamenti), per il 10,6% alla pubblica amministrazione, per il 6,6% ai soci. Negli ultimi tre anni sono stati spesi a sostegno della comunità oltre 3 milioni di euro, suddivisi in attività sociali, erogazioni liberali, contributi agli enti di assistenza. Nel 2003 alla comunità locale è stato destinato lo 0,4% del valore aggiunto.
Pur essendo una grande multinazionale, infatti, Sacmi ha saputo mantenere un forte legame con il territorio e la sua economia, a partire dalle imprese dell’Emilia-Romagna. Il numero di fornitori di Sacmi è di oltre 1.500 aziende, per un totale di acquisti effettuati  nel 2003 di 153,8 milioni di euro; il 78% di essi è localizzato in regione, con un forte impatto sull’indotto economico ed occupazionale dell’area.

Indietro

News Corporate

 
13/12/2017
Festività 2017, gesti concreti per la dignità delle persone più deboli
Da anni al fianco delle istituzioni scolastiche, sanitarie e caritative sul territorio e nel mondo, Sacmi coglie l’occasione del prossimo Natale per supportare la Croce Rossa di Imola nell’assistenza alle persone con disabilità. Inoltre, da oggi, mensa aziendale a disposizione per la campagna solidale della onlus “No sprechi”  >>

12/12/2017
Nuovo Lab “Internet of Things”, la Regione premia la proposta di Sacmi
Il progetto ha superato la “fase uno” del bando regionale per l’attrazione degli investimenti. Obiettivo, costituire un hub della ricerca applicata alle tematiche di Industry 4.0 capace di fare da ponte tra sistema regionale della formazione e tessuto locale delle pmi  >>

05/10/2017
Nuova PH 8200 serie Imola, Sacmi inaugura l’era della pressatura smart
Oltre 150 clienti internazionali alla presentazione della nuova pressa Sacmi, la prima “nativa digitale” della serie Imola che, grazie all’automazione basata su bus di campo Ethernet Powerlink, offre avanzati servizi di diagnostica integrata e remote service  >>

11/08/2017
Sacmi, nuova organizzazione per la business unit Cioccolato
L’operazione getta le basi per un ulteriore sviluppo del settore, già perno delle attività della Divisione Food del Gruppo.  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy