Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
25/09/2008
Il futuro passa dall’efficienza energetica

Sacmi e Cefla Impianti al Tecnargilla nel segno dell’innovazione e del rispetto dell’ambiente

Due progetti, parte di un’unica esigenza: rispondere concretamente al crescente bisogno da parte dell’industria mondiale di processi produttivi “sostenibili”, sia dal punto di vista ambientale che economico. Due progetti che saranno presentanti al Tecnargilla di Rimini, il 2 ottobre alle 16, in Sala Ravezzi.

Il primo, messo in campo da Sacmi, si chiama HERO: acronimo di “High Efficiency Resource Optimizer”, ha significato l’implementazione di un laboratorio di Ricerca e Sviluppo dedicato in modo specifico alla creazione di tecnologie innovative in grado di massimizzare il risparmio di risorse in tutte le fasi del processo produttivo. Parte di una più generale politica industriale di Sacmi orientata a coniugare efficienza e rispetto dell’ambiente, le applicazioni speciali sviluppate nell’ambito del progetto HERO permettono un risparmio di energia che, per la maggior parte delle macchine, si attesta attorno al 20%.

Quindi l’iniziativa di Cefla Impianti, azienda specializzata nella realizzazione e nella gestione di sistemi di impiantistica tecnologica quali sistemi complessi di produzione di energia, con particolare riferimento alle nuove frontiere della cogenerazione. E sono proprio i vantaggi di quest’ultimo metodo – che indica, in termini generali, la possibilità di produrre in contemporanea diverse forme di energia tramite un unico sistema integrato – ad essere oggetto della presentazione di Cefla. Secondo i calcoli dell’azienda, infatti, gran parte delle industrie del settore ceramico e del laterizio potrebbero beneficiare, installando un impianto di cogenerazione, di un risparmio di combustibile fino anche al 30%. Ma non è tutto: il risparmio energetico, che si traduce in un risparmio economico, permette spesso di ammortizzare l’impianto in tempi dell'ordine  di tre - quattro anni e mezzo al massimo. Senza contare i benefici per l’ambiente in termini di minori emissioni di inquinanti e gas serra come l’anidride carbonica, quantificabile – considerando un impianto standard di 1,8 MW – in ben 2.800 tonnellate annue.

Indietro

News Eventi

 
02/07/2018
Revamping 4.0, a Izmir la conferenza organizzata da Sacmi Istanbul
Dall’esigenza di ammodernamento degli impianti alle opportunità di Industry 4.0, per una produzione ceramica più efficiente, meno energivora e quindi più competitiva e vicina al cliente  >>

29/06/2018
Soluzioni complete SACMI nel 25° di Iran Agrofood
L’azienda presenta tutte le novità per il settore nel segno dell’eccellenza produttiva e dell’integrazione impiantistica. Un’offerta a 360° che significa maggiori opportunità per i produttori, con tutta la garanzia sulla qualità del prodotto e del servizio Sacmi  >>

28/06/2018
POWDERMET 2018
Grande interesse per le proposte Sacmi a San Antonio, Texas.  >>

08/06/2018
Ceramici avanzati, protagonisti a confronto con TEAM by Sacmi
Oltre 100 partecipanti decretano il successo del Team Day 2018 alla vigilia della fiera Ceramitec di Monaco.  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy