Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
11/01/2006
Kemac, per il mosaico nuove tecniche di incollaggio

Un nuovo processo anche per piccoli formati. Un’alternativa al supporto di carta o fibra di vetro

Sempre al passo con i tempi, per rispondere alle esigenze del mercato che richiede sempre maggiori quantitativi di mosaico, Kemac, società del Gruppo Sacmi, propone un processo innovativo di incollaggio a punti anche per piccoli formati, come alternativa al supporto in rete di carta o fibra di vetro.
I vantaggi di questo sistema sono notevoli. L’applicazione dei punti di colla rende la composizione autosupportata senza il pericolo di scollamento dei singoli pezzi e mantiene una maggior superficie di contatto tra ogni pezzo e la parete, consentendo - in fase di montaggio a parete - una superficie utile per il cemento del 95%.
Considerato che la colla utilizzata non è solubile in acqua e che i punti rendono la composizione più rigida, risulta più facile l’applicazione senza l’utilizzo di crocette all’interno della composizione. È stato inoltre completamente eliminato il rischio di scollamento dei pezzi a causa dell’umidità. Ne consegue una riduzione fino al 35% dei tempi di posa rispetto ai sistemi tradizionali con supporto a rete. Il sistema di incollaggio è interessante anche a livello di economia di produzione, in quanto i pezzi ottenuti sono inscatolabili immediatamente e automaticamente (procedimento difficoltoso quando si utilizza un supporto a rete, soprattutto se in fibra di vetro). Il ciclo produttivo inizia dal momento in cui le maschere sono state riempite: la macchina preleva il materiale per posizionarlo in zona lavoro, dove il gruppo utensile deposita i punti colla su un supporto antiaderente.
Per asciugare il collante è necessario utilizzare un forno che può essere verticale o orizzontale, a seconda della produttività richiesta. Al termine del ciclo di solidificazione della colla, la quadrotta viene poi depositata direttamente nella scatola di confezionamento preformata o, in alternativa, indirizzata a un wrap per la formazione e la chiusura automatica della scatola. Il nuovo sistema firmato Kemac può produrre da 4 a 12 quadrotte al minuto.

Indietro

News Tecnologia

 
09/04/2018
Sacmi, partner globale per il packaging sostenibile
Con la nuova Sacmi Heroline è possibile realizzare contenitori più leggeri e performanti, con risparmi sui costi delle materie prime, ottimizzazione dei consumi ed incremento di efficienza logistica.  >>

23/03/2018
GDA80, il piccolo gioiello Sacmi-Gaiotto protagonista in oltre 100 stabilimenti di tutto il mondo
Dal suo lancio sul mercato, nel 2013, i dati raccolti sul campo parlano chiaro: in un solo anno di utilizzo l’investimento viene ammortizzato grazie a risparmi superiori al 90% su interventi manuali e ricambistica  >>

20/03/2018
Confezionamento grandi lastre, la rivoluzione targata Sacmi
Unica azienda al mondo capace di proporre un sistema integrato per il confezionamento a vassoio di lastre fino a 1200x2400 mm.  >>

19/03/2018
Colaggio in alta pressione Sacmi, tutti i vantaggi per il mondo Sanitaryware
Ceramic World Review dedica un ampio focus all’approccio Sacmi che consente l’ottimale gestione di ogni tipologia di articolo sanitario con superiori performance di qualità, efficienza, risparmio energetico  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy