Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
09/10/2007
Le prospettive globali dell’industria ceramica

Al convegno “Efficienza e globalizzazione” i protagonisti internazionali del settore

Un incontro per parlare di riduzione dei costi, di standardizzazione ed efficienza, di fattori critici dai quali non si può prescindere dal punto di vista della competitività internazionale. Ma anche un incontro per valorizzare la cultura della ceramica nel suo complesso, a partire dall’esperienza di un leader come Sacmi. Questo il senso della conferenza internazionale del comparto “Ceramics&Tiles” organizzata a Imola, nella sede del Gruppo, lo scorso primo ottobre.

I lavori sono stati introdotti dal presidente di Sacmi Domenico Olivieri, che ha ricordato come l’innovazione tecnologica e la conoscenza siano “il patrimonio di questa cooperativa che da 87 anni è protagonista di un settore che oggi, più che mai, è caratterizzato da una forte competizione internazionale”. E a illustrare quelle che sono oggi le regole della competitività nel settore dell’industria ceramica, ci hanno pensato i protagonisti mondiali del comparto, invitati a portare i loro contributi alla conferenza.

Dagli italiani Alfonso Panzani e Tiziano Bursi – il primo presidente di Confindustria Ceramica, il secondo docente di Economia industriale all’università di Modena – a Filippo Marazzi, patron della Marazzi Group. Quindi Arturo Leon, della Società internazionale della ceramica, e gli imprenditori Khater Massaad (Rak Ceramics, Emirati Arabi Uniti), Carlos Camahort (Taulell, Spagna), Ahmet Yamaner (Eks-Eczacibasi, Turchia). I relatori hanno toccato tutte le tematiche che in prospettiva si riveleranno fondamentali per mantenere la competitività delle industrie del settore: dal fattore innovazione al problema dei costi energetici, dalle normative ambientali nella gestione dei processi industriali e delle materie prime al versante trasporti e logistica.

La conferenza si è chiusa con la cerimonia di consegna del prestigioso premio Aldo Villa, il riconoscimento che la Società Ceramica Italiana dedica ogni due anni alle personalità che a livello mondiale si sono distinte in modo particolare per lo sviluppo della “cultura della ceramica”. Il decimo premio in memoria dell’ingegnere che fu protagonista in Sacmi per oltre un ventennio è andato a Ibrahim Bodur, da oltre mezzo secolo sulla breccia con il Gruppo Kale, pioniere dell’industria ceramica turca e attualmente un colosso da 850 milioni di dollari l’anno.

Indietro

News Corporate

 
13/12/2017
Festività 2017, gesti concreti per la dignità delle persone più deboli
Da anni al fianco delle istituzioni scolastiche, sanitarie e caritative sul territorio e nel mondo, Sacmi coglie l’occasione del prossimo Natale per supportare la Croce Rossa di Imola nell’assistenza alle persone con disabilità. Inoltre, da oggi, mensa aziendale a disposizione per la campagna solidale della onlus “No sprechi”  >>

12/12/2017
Nuovo Lab “Internet of Things”, la Regione premia la proposta di Sacmi
Il progetto ha superato la “fase uno” del bando regionale per l’attrazione degli investimenti. Obiettivo, costituire un hub della ricerca applicata alle tematiche di Industry 4.0 capace di fare da ponte tra sistema regionale della formazione e tessuto locale delle pmi  >>

05/10/2017
Nuova PH 8200 serie Imola, Sacmi inaugura l’era della pressatura smart
Oltre 150 clienti internazionali alla presentazione della nuova pressa Sacmi, la prima “nativa digitale” della serie Imola che, grazie all’automazione basata su bus di campo Ethernet Powerlink, offre avanzati servizi di diagnostica integrata e remote service  >>

11/08/2017
Sacmi, nuova organizzazione per la business unit Cioccolato
L’operazione getta le basi per un ulteriore sviluppo del settore, già perno delle attività della Divisione Food del Gruppo.  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy