Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
10/06/2004
Sacmi sceglie Profibus

Il sistema a bus di campo permette di decentralizzare il controllo elettronico della macchina

Dopo aver testato diverse tipologie di sistemi, Sacmi ha scelto Profibus il sistema a bus di campo per il controllo della parte elettronica delle macchine. Il cablaggio a bus di campo, a differenza di quello tradizionale, permette un cablaggio decentrato.
Nel cablaggio tradizionale il controllo degli I-O è centralizzato. Esiste un sistema di controllo o un PLC dotato di schede d’ingresso/uscita da cui partono i cavi che vanno alle utenze e al bordo macchina.  Se occorre eccitare un’elettrovalvola, il comando, originato dalla  scheda (CPU) ove risiede il programma, viene avviato alla scheda che controlla le uscite digitali, da cui parte il cavo che va all’elettrovalvola. Nel cablaggio a bus di campo il cablaggio è decentralizzato. La logica risiede sempre nel PC o nel PLC, da cui parte un cavo che raggiunge le varie parti della macchina (le “isole”), da cui partono i cavi che pilotano gli oggetti (sensori, attuatori, ecc.) presenti a bordo macchina. Il cavo di rete collega il controllo (Pc o PLC) alla tastiera di comando macchina, alle scatole di derivazione presenti a bordo pressa, a bordo carrello, ecc. In ogni “isola” sono presenti le schede di ingresso/uscita che controllano i sensori (fotocellule, microcontatti, ecc.) ed attuatori (elettrovalvole, comandi motore, ecc.), collegati all’isola.
Se il software decide che occorre eccitare l’elettrovalvola che comanda la partenza del carrello il comando viene inviato alla scheda (di controllo del bus) inserita nel PC o PLC. Da qui parte la rete; il dato viaggia sul bus e si “ferma” nell’isola giusta.
Ogni isola ha un indirizzo ed intercetta e gestisce le informazioni riguardanti l’isola stessa, nell’esempio l’elettrovalvola a bordo carrello. Dal controllo dell’isola, che ha prelevato la richiesta di accendere l’elettrovalvola, il comando va al modulo che controlla l’uscita, da cui parte il cavetto che arriva all’elettrovalvola.
I vantaggi della soluzione a bus di campo sono due:
1) riduzione del cablaggio che collega il quadro alla macchina, perché ogni utenza è collegata all’isola più vicina. Diminuisce quindi il numero di fili elettrici, di morsetti, di poli di connettori che collegano il quadro elettrico al bordo macchina. In ogni modo il numero di cavi che collegano l’isola ai sensori ed agli attuatori resta il medesimo
2) il sistema è espandibile e si presta meglio a gestire aggiunte e personalizzazioni successive: per aggiungere un optional. In un sistema tradizionale occorre modificare il controllore aggiungendo schede, modificando il collegamento dalla cabina all’optional, ecc. In un sistema a bus di campo la modifica si realizza nell’isola ove è collegato l’optional (anche nell’isola l’espandibilità ha un limite e spesso è dettato delle dimensioni fisiche della scatola), ma la possibilità di aggiungere nuove isole può permettere di gestire nuove aggiunte, espansioni, modifiche.
Sacmi ha scelto Profibus alla delle seguenti esigenze: velocità del bus; facilità e semplicità di espansione del sistema; affidabilità richiesta; reperibilità.
Profibus è il miglior compromesso fra esigenze tecniche, facilità di installazione ed intercambiabilità tra componenti di fornitori diversi.

Indietro

News Tecnologia

 
25/08/2017
Multinazionale del food&drink sceglie la garanzia di CVS360-3D
Player internazionale investe sui sistemi di ispezione Sacmi per il controllo qualità della corretta applicazione della capsula sui prodotti dairy e bevande ready to drink realizzati nei propri stabilimenti negli States  >>

26/06/2017
Hot filling e CSD in un’unica soluzione per lattine: Sacmi ECF sbarca in Marocco
Parte della nuova generazione di riempitrici elettroniche isobariche, il monoblocco fornito può gestire fino a 24mila lattine l’ora nei formati più diffusi, con massima flessibilità, ridotte esigenze di manutenzione e garanzia totale sull’integrità del prodotto  >>

21/06/2017
K Labellers by Sacmi
La nuova serie di etichettatrici modulari a media velocità presentata in UK  >>

19/06/2017
Sacmi KUBE – “Zero dowtime” per i professionisti del benessere
Primaria azienda statunitense, specializzata nella produzione e commercializzazione di bevanda probiotica, acquista da Sacmi una seconda etichettatrice modulare della gamma KUBE, scelta per le caratteristiche di flessibilità, produttività e per il design robusto e compatto che garantisce massima efficienza in ogni condizione produttiva  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy