Ricerca
 
Cerca per anno
Cerca per keyword
Cerca per settore
Cerca per rubrica
Trova 
Sacmi RSS Feed
Scopri come abbonarti ai feed RSS di Sacmi
 
13/05/2002
Un centro ricerche avanzate per i nasi SACMI

Ricerca e impresa a Imola parlano la stessa lingua

Imola – Taglio del nastro questa mattina per il laboratorio “Sistemi e sensori olfattivi” di Sacmi, centro dove si progettano i nasi elettronici che debutteranno sul mercato il prossimo anno. Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Imola Massimo Marchignoli, il Presidente di Sacmi Domencio Olivieri e il direttore generale del gruppo Giulio Cicognani. La struttura, denominata centro ricerche avanzate, è parte del piu’ ampio centro ricerche di Sacmi, fiore all’occhiello dell’azienda, che si estende su 5000 metri-quadri e occupa circa 140 persone. Il laboratorio è un passo avanti sulla via dell’innovazione, carta vincente nella competizione globale del terzo millennio. Ma cosa sono esattamente questi “nasi”? Sono piastrelline minuscole in ceramica (allumina), di due millimetri per due, attraversate da una serpentina in ossido metallico semiconduttore (da cui il nome Mox) che reagisce in maniera diversa agli elementi volatili (gli odori) che la lambiscono, producendo conseguenti impulsi elettrici. I nasi di Sacmi, realizzati in collaborazione con il laboratorio INFM (Istituto nazionale di fisica della materia) di Brescia, sono stati pensati proprio sul modello di quelli umani. Piu’ recettori (le piastrelline) percepiscono un odore e mandano un impulso al cervello, cioè ad un computer, che lo riconosce e lo raffronta con altri, perché così è stato programmato. È il primo strumento del genere prodotto interamente in Italia e Sacmi ha colto al volo l’occasione di scommettere, ancora una volta sul futuro. “Sono particolarmente orgoglioso di questa giornata – ha detto Giulio Cicognani, nel corso di un incontro sui sensori olfattivi, nella sala convegni di Sacmi – perché un gruppo come il nostro, con oltre 550 milioni di euro di fatturato, deve investire in ricerca e innovazione a prescindere da un ritorno economico immediato. È questa una convinzione condivisa dal consiglio di amministrazione e votata dai soci di Sacmi. Una scelta che ci ha portato a valutare i progetti di molte università italiane e a scegliere, per ora, questo insieme ad una ricerca sulle nanoceramiche in collaborazione con l’ateneo di Trieste”. “Dobbiamo ringraziare Sacmi – ha sottolineato Flavio Toigo, presidente INFM – perché in un momento in cui le grandi imprese chiudono i loro laboratori e le piccole promuovono progetti solo per un ritorno immediato, compie una scelta davvero coraggiosa. È questa l’unica strada che il nostro paese può seguire se vuole restare tra i grandi”. La collaborazione fra Sacmi e le Università di Brescia e Trieste è anche un esempio di come si può proficuamente coltivare il dialogo fra ricerca e industria. Sacmi non cerca remunerazioni immediate, ma anche nel caso dei nasi si propone di fare il proprio mestiere e perciò di realizzare business. I sensori olfattivi infatti potranno essere utili nell’industria alimentare, ma anche per le ricerche sull’ambiente e in medicina.
Indietro

News Corporate

 
05/10/2017
Nuova PH 8200 serie Imola, Sacmi inaugura l’era della pressatura smart
Oltre 150 clienti internazionali alla presentazione della nuova pressa Sacmi, la prima “nativa digitale” della serie Imola che, grazie all’automazione basata su bus di campo Ethernet Powerlink, offre avanzati servizi di diagnostica integrata e remote service  >>

11/08/2017
Sacmi, nuova organizzazione per la business unit Cioccolato
L’operazione getta le basi per un ulteriore sviluppo del settore, già perno delle attività della Divisione Food del Gruppo.  >>

21/07/2017
È Alessandro Paini il nuovo DG della Divisione Sacmi Beverage
Grande esperienza internazionale nello sviluppo prodotto e nel coordinamento globale vendite, Paini prende il testimone da Vezio Bernardi, da oggi al vertice della Divisione Closures & Containers del Gruppo  >>

07/06/2017
SACMI – Bilancio consolidato a 1,4 miliardi di euro e patrimonio netto in crescita
Risultati positivi in tutti i business di riferimento. Cresce il peso specifico del mercato italiano, “segno di una ripresa importante degli investimenti delle imprese nel settore”. Così il presidente di SACMI Imola, Paolo Mongardi, alla presentazione del Bilancio consolidato del Gruppo all’Assemblea dei Soci del 19 maggio  >>

 

Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy